La nostra storia

STORIA

Il Desiderio preso per la coda, nome rubato ad una commedia di Picasso nasce nel 1986 dall'idea di Anna, Corrado e Maurizio, di aprire una galleria ristorante.

L'entusiasmo e la fortuna fa si che gli artisti già famosi e non espongano nel locale, si alternano così Terry Fox, Marino Vismara, Ettore Innocente, Cesare Pietroiusti, Stefano Fontana, Salvatore Falci,Pino Modica, Roberto Galeotti, Piero Mottola. Alcuni dei giovani vengono selezionati per la Biennale di Venezia. Intanto anche la cucina comincia a svilupparsi e a quelli che erano i  pochi piatti proposti, alcuni ancora presenti, se ne aggiungono di nuovi. Ora è tutto affidato alle tre figlie di Anna che continuano con lo stesso entusiasmo di sempre

MENU

L' atmosfera semplice, calda e divertente si sposa totalmente con il menù. A cominciare dalle farfalle picassiane (il nome del locale si ispira ad una delle commedie di Picasso) con crema di pomodoro, olive, dadolata di ortaggi, pinoli tostati e scaglie di parmigiano. Ricette di stagione come tagliatelline di zucchine alla julienne di cedro, spaghetti alle erbe di Monteggiori, zuppa di ceci al limone, la rara metsciua(zuppa spezzina di fagioli bianchi,ceci,farro,sedano e carote)

Sorprendente la varietà di risotti,alle pere,all arancio.al merlot,con crescenza e parmigiano,al radicchio e ai fichi.Toverete l'autentica ribollita toscana, l'apuana, il polpettone di grano saraceno e ortaggi,il filetto al barbera, la spigola con mousse di carciofi. Tante le proposte"in verde"come la crostata di zucchine e fiori, lo sformatino di carote, zucca e fontina. Infine, la pera Dolce Vita cotta con vino rosso, cannella e chiodi di garofano, con crema pasticcera; il pinzimonio di frutta al cioccolato e la crema della nonna.

 

 

des6